NUVOLE E MARE D'AMORE....

28 agosto 2009 ore 18:56 segnala
Vedevo mani colorate d’amore e sensazioni scivolose...
poesia del corpo che faceva volare la mente tra nuvole di panna...
frammento ritornato al posto che cuore comanda vorace...
tra quelle parole che solo chi sa ascoltare può amare.
Vedevo dita rincorrersi tra onde mescolate di corpi,
amanti per un giorno come amanti per sempre,
dolcemente avvolti di loro stessi come pelle increspata al tocco del sole,
come occhi persi nel bosco dei sogni, baciati morbidi dalla luna...
Vedevo solamente quello che i miei occhi non tradivano,
labbra su lingue di fuoco trasportate da passioni sopite,
visioni infinite di attimi trascorsi tra sogni e verità...

IL TEMPO DEL MIO CAMMINO......

22 agosto 2009 ore 22:43 segnala
Chiudo la finestra della vita come a voler
tenere fuori gioie, tristezze, amarezza... 

Se la vita non avesse il tempo non potremmo
vivere nei ricordi, né delle future speranze...

Certo, il mio calvario non mi concede di
camminare sentieri di traboccanti fiori,
mi permette però di cogliere qua e la piccoli
ramoscelli della vita stessa, rendendo lievi i passi futuri.

Come quando teneramente abbiamo tra le dita un fiore, e ne percepiamo l'emozione attraverso la bellezza, la forma, il profumo,
così assistiamo impotenti al suo appassimento...

Tutto appartiene al tempo... il nascere,
il vivere e l'appassire il morire...

non mi resta che solo il tempo di non far
morire tutto ciò che la vita mi ha donato...

LIBERTA' E AMORE......

19 agosto 2009 ore 18:32 segnala
Tutti vogliono la libertà. almeno a parole, ma nessuno
è varamente libero, e
nessuno vuole veramente essere libero,
perchè la libertà comporta responsabilità, non arriva da sola...
qualunque cosa distrugga la libertà non è amore, deve
trattarsi di altro, perchè amore e libertà vanno a braccetto, sono
due ali dello stesso gabbiano, ogni volta che vedi il tuo amore in
conflitto con la tua libertà. significa che stai facendo qualcos'altro
in nome dell'amore...
l'amore è una mano tesa nel vuoto abissale che è l'esistenza a
patto che si sappia distinguerne la profonda essenza
ed energia strappando il velo delle illusioni che ci
impediscono di cogliere la verità, come il sesso, il possesso, la gelosia,
l'ego... Solo in questo modo quell'oscuro intervallo
fra la nascita e la morte che è la vita di ogni uomo trova
il suo più profondo significato...
Abbandona l'idea che attaccamento e amore siano
una cosa sola, sono due entità separate reciprocamente
antagonistiche... L'Amore non è una passione...
L'Amore è un'emozione... L'Amore è una comprensione
profonda del fatto che in qualche modo l'altro ti completa...
Qualcuno ti rende un cerchio perfetto, la presenza
dell'altro rinforza la tua presenza... L'Amore è la
libertà di essere se stessi... gli amanti non si arrendono mai
l'uno all'altra, ma semplicemente si arrendono all'Amore
è vero che perdono l'ego, ma non per darlo all'altro,
gli ego semplicemente evaporano... gli amanti non
diventano dipendenti l'uno all'altro, non
diventano l'uno schiavo dell'altro, al contrario
L'Amore dà libertà, gli amanti sono le persone più libere
che ci siano al mondo, e si aiutano reciprocamente a diventare sempre
più liberi, perchè la libertà porta gioia, e l'incontro
con la libertà hà una bellezza immensa....
quando due amanti s'incontrano non attraverso
un legame, ma attrverso la libertà...

LA VITA SECONDO FRED....

17 agosto 2009 ore 18:30 segnala


Molte persone ignorano totalmente l'anatomia sottile degli esseri viventi, per molti il corpo umano è un sofisticato insieme di apparati e cellule che adempiono al loro compito prestabilito. Questa visione meccanicistica dell'essere umano è alla base della medicina moderna. Per la scienza medica è impensabile e assurdo considerare il corpo attraverso un punto di vista energetico ed emozionale. Anche il concetto di anima non viene preso in considerazione, poiché attualmente non dimostrabile con le attuali leggi scientifiche. Le stesse leggi che partono da presupposti dogmatici, ai quali lo scienziato razionale si affida con totale fede. Il realtà scienza e religione utilizzano le stesse metodologie comportamentali, affidandosi entrambe ad assiomi dati per certi...
Questo approccio, anche se determina la maggior parte delle scoperte utili alla vita dell'uomo, ha profonde carenze per quanto riguarda l'interazione che ogni essere rappresenta con l'ambiente circostante. Immaginare un uomo costituito di atomi e molecole, privo di un corpo energetico in grado di interagire con Tutto, è come vedere il mondo attraverso gli occhi di Truman (Personaggio del film “The Truman Show”). Significa ignorare le molteplici interazioni che l'essere manifesta attraverso la continua co-creazione che compie nella propria vita. Ogni essere è parte integrante di un campo energetico globale, nel quale interagisce con la propria bioenergia, veicolo primario per lo scambio di informazioni...
Riprendendo l'esempio della malattia, in questo modo si poterebbe affermare che non è altro che il frutto di uno squilibrio del campo energetico, influenzato dalla nostra percezione dell'essere, la nostra completezza e auto realizzazione e da una serie di fattori esterni (patogeni). Tali patogeni hanno la capacità di innescare il processo della malattia se il corpo energetico umano si trova in condizioni di squilibrio e deficit. Un esempio lampante di tale fenomeno è rappresentato dallo stress, al quale oggi molti luminari attribuiscono la maggior parte delle malattie “autoimmuni” o inspiegabili. Per autoimmuni si intende un complicato meccanismo che condiziona l'armonia del nostro sistema immunitario, che non riconosce più il corpo come entità da preservare. Se immaginiamo i continui attacchi psichici che subiamo durante il corso della giornata, stress lavorativo, traffico, vita frenetica, mancanza di affetto e tempo libero, è facile comprendere come queste influenze possano avere un ruolo fondamentale per la nostra salute...
Certo questo lo dicono in tanti, ho scoperto l'acqua calda direte voi! Il punto invece è che questa acqua calda non è del tutto scoperta, poiché dietro le abusate parole come "stress" e "cause non ancora identificate", si celano tutti i limiti di una medicina che non vuole allargare gli orizzonti della ricerca a tutto quello che non è visibile ai cinque sensi, ma può essere percepito con una maggiore integrazione fra i nostri emisferi cerebrali. Il pensiero crea la materia, il pensiero influenza il nostro campo energetico, rende il nostro corpo protetto o non protetto da attacchi esterni, a seconda di come noi indirizziamo tali pensieri. Un nuovo modo di concepire la malattia sta venendo alla luce spontaneamente, fra qualche anno i medicinali di sintesi saranno considerati superati e nocivi, semplicemente perché non si può curare l'uomo come un auto o un elettrodomestico, si deve necessariamente considerare l'essere nella sua totalità...
Questo scritto rappresenta un semplice spunto di riflessione, non esaustivo riguardo al problema, per il quale non basterebbero migliaia di pagine per avere un'idea molto più ampia. In nessun caso si critica la medicina e le ricerche che hanno portato l'uomo a raggiungere un benessere sempre maggiore, vuole solo evidenziare i suoi limiti, imposti spesso da un sistema economico interessato al profitto piuttosto che alla salute. Immaginando una medicina che si preoccupi davvero dell'uomo e apra le porte alle nuove sensazionali scoperte in ogni campo, l'uomo avrebbe il diritto di vivere in un paradiso terrestre qui e ora...
Questo post rappresenta il punto di arrivo dell’evoluzione dei miei pensieri e mie riflessioni ovviamente condivisibili o meno. Non ho intenzione di chiudere il blog, ne di smettere di scrivere, ma credo sia necessario stigmatizzare il momento in cui viviamo per invitare quante più persone possibili a compiere le scelte giuste. Ovviamente la mia visione della vita può sembrare utopica, a volte sembra quasi un’insieme di parole senza senso pratico... Chi è in grado di comprendere e leggere fra le righe, avrà tuttavia notato come da sempre il messaggio abbia avuto una sottile linea guida, che è servita ad arrivare alla consapevolezza di questo momento così difficile per noi...
Questi giorni sono caratterizzati da grandissimi attacchi da parte di forze non troppo benevole nei nostri confronti. Proprio per questo abbiamo il compito arduo di comprendere e trasformare queste forze con tutto l’Amore possibile. Non possiamo contrastare il sistema, non possiamo combattere contro i mulini a vento, ma possiamo sciogliere tutte quelle paure che ci attanagliano, cercando di stringerci intorno ai nostri più cari affetti, creare le condizioni affinché il nostro nucleo più forte di persone a noi vicine, vibri alla nostra stessa frequenza...
La vita ci pone di fronte a delle scelte ogni singolo istante della nostra esistenza, a volte queste scelte sembrano dettate da eventi esterni, altre volte siamo consapevoli del momento in cui le operiamo. Il libero arbitrio ci permette di discernere il bene per noi in ogni circostanza, lascia libertà assoluta sulla nostra vita. Fra poco ognuno di noi dovrà scegliere da che parte stare e con chi stare. Questa grande opportunità di poter scegliere in autonomia, deve essere il faro che illumini il nostro cammino futuro. Il momento di perdonare noi stessi è ora, il momento di costruire un mondo migliore sta arrivando, dopo un lungo periodo di travaglio arriveremo a gioire con i nostri più cari amici. Siamo ad un bivio molto importante, siamo al punto di dover scegliere da che parte stare. Questo non significa alimentare o dare battaglia al male, dobbiamo trasformare il male e renderlo innocuo e privo di energia. Dobbiamo semplicemente amare ogni manifestazione della Creazione....

La Morte....

13 agosto 2009 ore 16:28 segnala
Cos'è la morte?
Un'angoscia per alcuni, un tormento per altri, l'incontro con Dio per i più, l'inutilità del nostro passaggio, troppo breve, per i rimanenti... La morte; non è forse il più grande degli appuntamenti a cui l'uomo è chiamato?
Venire al mondo e morire; due modi che trovano tante congiunture: il bianco e il nero, il sole e la notte, il bene ed il male... non sono queste somiglianze della vita che ci fanno capire che facciamo parte di questa grande "giostra" dove ognuno ricopre un ruolo ben preciso?
Perché angosciarci, patire, soffrire, trovare disperazione da ciò che è l'elemento più naturale nello stesso modo in cui veniamo al mondo? La morte nient'altro è che la somma delle somme del calcolo che si è compiuto durante il percorso di ognuno: la vita. La morte e la vita; la vita e la morte; stessa natura, essenza, emozione nate dalla condizione dell'alternarsi dell'una e dell'altra...
Impariamo ad accettare la morte come accettiamo la vita in qualunque modo ella si presenti poiché, non potendo rispondere al più grande mistero dell'umanità, mi accontento di amare la vita come la morte essendo l'una conseguenza dell'altra e prodotto di un'energia finale che conduce verso quella condizione esattamente uguale a quando non si è ancora venuti al mondo; "il mistero" dei misteri" "il ritorno alla sublimazione del nulla".
Impariamo dalla morte; aiuta a vivere la vita che ci è stata concessa… Ho coscienza che esisti...
Osservo ogni tua forma... Sorrido al tuo nome... I miei pensieri si infrangono... Non trovo risposte.
Troppe sono le domande... Cerchi una vita un'altra... da portare via. Per ora la mia non l'hai avuta
consapevole che un giorno ci rincontreremo... Verrai da me in silenzio ed osservandomi
con un cenno della mano mi chiamerai a te. Io forse ti risponderò oppure ti deriderò
nuovamente vincitore della battaglia della vita. La più grande e dura di tutte le battaglie...l'esistenza...
Mi sei stata vicina. Sdraiata sul letto. Abbracciata a me. Fermavi le mie mani che volevano allontanarti... Scrutavi i miei occhi... Avvertivo ogni tuo pensiero... Osservavo gli sguardi tristi ma stupiti della gente intorno a me... Le lacrime non si contavano ma io sorridevo... Ora siediti e aspetta... Riposa... È un ricordo il tuo freddo abbraccio il tuo ghigno di scherno come tu sola sai fare... Non avrai altro da me... Io devo ancora sognare... Sognare la vita. Una vita senza te... Inizia ora il mio sogno infinito... ma è solo un'illusione...

BLOGGER........

12 agosto 2009 ore 03:44 segnala
Tu sei FRED..? Il blogger?
Proprio lui. In carne e mouse.

Come Lazzaro, solo più pigro ed indolente e per tutta una serie di ragioni, non imputabili al sottoscritto, questo blog assurge a nuova vita. In verità, avrei voluto riaprire molto prima, cari affezionatissimi, ma non mi è stato proprio possibile....
Il destino cinico e beffardo ha voluto che, nel medesimo periodo, io e il mio socio (di minoranza) di blog,
Arab.FRED, avessimo entrambi un serio problema di salute. Per quasi due mesi sono stato impossibilitato ad usare il braccio destro...
Nello specifico, era la mano ad avere le difficoltà maggiori.
Stringere qualcosa mi era diventato impossibile...
Ho provato ad imparare a scrivere con la sinistra, ma non essendo abituato a farlo ho dovuto desistere poco dopo. Ad Arab è andata decisamente peggio.
Da un giorno all’altro, senza un apparente motivo, ha iniziato ad accusare seri problemi alla vista...
E’ andato gradualmente peggiorando, senza che i medici riuscissero a capirci qualcosa, ed ora, mi duole dirlo, è praticamente cieco. In questi lunghi ed interminabili giorni di assenza, io ed Arab abbiamo avuto modo di parlare spesso...
Ci siamo confrontati, incoraggiati l’un l’altro ed abbiamo pensato che riaprire il blog potesse in qualche modo alleviare le nostre rispettive sofferenze. Grazie ad estenuanti ed intense sedute di fisioterapia ho riacquistato l’uso quasi totale dell’arto offeso...
Arab ed il suo pastore tedesco hanno raggiunto un’intesa invidiabile e seguono il blog in versione braille. Noi oramai non possiamo più goderne, ma se qualcuno volesse raccontarci di cosa trattano gli ultimi
video inseriti, beh gliene saremmo eternamente grati…

Un Angelo....

11 agosto 2009 ore 17:36 segnala
Un angelo è un essere umano, che ogni mattina si sveglia e quando spalanca gli occhi il mondo accanto a sé s'illumina!
Un angelo è una persona che non rifiuta mai di donar un sorriso,
Perché un angelo è una persona che con un sorriso è in grado di asciugare la lacrima su di un viso amico!
Un angelo è chi è pronto ad adoperare tutto se stesso per diventar ciò che sogna, anche se sa che la strada non sarà certo pianeggiante e libera da ostacoli, perché un angelo sa che nel suo cuore troverà ogni risposta!
Un angelo è chi è disposto ad investire anche un solo attimo della sua vita a favore del prossimo,
Perché un angelo sa che quel momento, che per lui può sembrare insignificante, può valer una Vita intera!
Un angelo è chi anche nel dolore non lascia spazio allo sconforto, ma vive la vita a cuore aperto!
Un angelo è chi sbaglia, perché è solo allora che può comprendere la sua vera sostanza!
Un angelo è chi ha mille timori, perché il suo cuore è buono e li vorrà affrontare, e sarà allora che scoprirà il fascino della Vita!
Un angelo, è quella persona che la sera si sdraia nel suo letto, stanca ma felice per aver reso grazia al dono più grande che Dio ha fatto all'uomo, la sua vita!
Un angelo non fa miracoli, perché il miracolo... È lui! Se non fosse qui e ora, così com'è il mondo ruoterebbe in senso opposto!
Un angelo non vola... Ma cammina, perché solo camminando può prendere per mano ogni persona è condurla in paradiso!
Un angelo è chi s'interroga sul suo essere, perché se avrà il coraggio di ascoltar la silente voce del cuore, scoprirà che una sola parola può raffigurare la sua essenza... Ed è speciale....

Ali spezzate....

07 agosto 2009 ore 17:03 segnala

Contro la violenza sulle donne..

Agosto.. 2009 - A Mia sorella Maria Teresa... A  tutte le donne vittime di violenza (fisica e/o psicologica), A tutte le donne costrette a subire umiliazioni e soprusi, prevaricazioni ed abusi a opera di uomini fatti bestie, A tutte le donne prigioniere in casa e/o vittime di una società maschio-centrica, dedico questi semplici ma tragici versi-denuncia, con l’auspicio che possano rappresentare -anche solo per una sola donna tra tante- lo giusto stimolo per ribellarsi, per gridare al mondo di esistere e di meritare una vita “normale”… nnn è facile ma dovete... è un'imperativo... aver la forza di ricominciare...

 

Ali spezzate …

 

Tu che scambi il suo amore

per possesso

e la donna al tuo fianco

per lo sfogo delle tue frustrazioni e debolezze:

chi sei tu, vile,

per spezzare le ali ad un angelo?

Chi sei tu, insignificante nella vita,

per soffocare la sua voce

-repressa ed impalpabile-

tra le tue mani                          

esangui ma inesauribili...

ingabbiandone ogni sua speranza

nel tugurio della tua coscienza?

Come puoi scaricare sulle sue esili spalle

il fardello d’umiliazioni e vergogne

della tua morbosità?

Come puoi seppellire l’emozione

nella fossa vuota del tuo cuore,

e dopo tutto..

avere ancora il coraggio di guardare?!

Farfalla dalle ali spezzate,

fuggi dai resti di questa vita,

sciogli ogni laccio ancora teso al cuore,

rompi il silenzio                        

e libera il tuo represso pianto

in urlo colmo di libertà!

Anche se un arcobaleno in bianco e nero

copre il cielo grigio di solitudine,

mira oltre il tuo sguardo denso di pudore,

fallo ora,

adesso,

per sempre!

Nessuna gioia potrà sanare

le ferite di un cuore irrimediabilmente spezzato,

come pane sconsacrato …

nessuna rinascita potrà ristabilire l’equilibrio

di un’anima appesa a un filo …

nessuno potrà ridonare la luce perduta

al tuo ormai secco viso,

scavato dal tempo e dalle lacrime …

Ma dove non puoi giungere domani,

in un batter d’ali,

potrai arrivare negli anni,

sui piedi e con la testa.

E se scegliendo la nuova strada,

seppellendo il tuo passato,

proverai paure, sentirai rimorsi,

lasciati andare,

che tu sia quel che veramente sei,

scopriti da ogni telo,

perché non esiste vita migliore

di quella che vogliamo

e non c’è motivo per non desiderarla!

Come da un seme scippato a un fusto

può nascere un fiore,

così da un presente sottratto a un destino vile

può nascere la speranza di un domani migliore!

E finché non riacquisterai il dono del sorriso

non saprai mai quanto bene possa farti

un semplice sorriso....


NOTTE D'AMORE....

04 agosto 2009 ore 21:44 segnala
Notte d’Amore..

E’ così bella e dolce

la tua mano sul mio petto,

sciolgo le mie emozioni,

dono loro amore e vita,

spazio e calore si diffondono

e corrono da te,

fra le tue dita perfette

che immagino accarezzino

i miei capelli e i miei pensieri.

È così bella e dolce

la tua mano nella mia,

brividi e vertigini, mille sensazioni,

corrono sulla pelle e nella mente,

pieni di passione ed amore per me.

Quanto ti amo,

ti penso

stretta al mio corpo

ai tramonti caldi d’agosto

mentre scrivo di te

dei tuoi occhi e della tua bocca

in compagnia di un cero acceso

e della musica della tua anima e della mia

mentre viene notte e mi unisco a te…

mio dolce amore in calde notti d’estate…

corpi nudi che giacciono esausti… amore mio è sublime

scorgere gocce come rugiada sulla pelle.... disegnare con le dita il

tuo  ventre, le tue spalle, la tua femminilità.... caldo....

mi fa pensare a coccole serali davanti alla frescura del mare...

tocchi curiosi al chiarore della luna...

la mente e il corpo che diventano tutt'uno con l'ambiente intorno...

l'olfatto che annusa profumi di donna mischiati alla salsedine del

mare... corpi che sono ritemprati… anima satura di te…

L’Amore sei tu....

NOn mollare mai...

03 agosto 2009 ore 04:16 segnala

Quando ti trovi in una situazione difficile.. tutto si volge contro...
finche' sembra che tu non possa resistere un minuto di piu'...
allora; NON MOLLARE...
perche' e' proprio la situazione e il momento in cui cambiera' la marea...

 E se ti fa' soffrire un po'...
puniscila vivendola...
e' l'unica maniera... sorprenderla cosi'...

 E capire cosa siamo
sarebbe già un bel passo avanti
quando di passi indietro
se ne fanno tanti
e cerchi nello sguardo
di una qualunque persona
quel calore
che solo l' amore dona.
Si può stare anche da soli
se si riesce ad imparare
a guardarsi dentro
senza la voglia di scappare,
guardare e scoprire
per avere poi qualcosa da offrire,
non la solita anima
che vaga per il mondo
avvolta da un malessere profondo,
ma un' anima lucente
che sa di cosa è fatta
e può far del bene a tanta gente
non quella che non sa dare dei segni
d' affetto, che se rivolti a lei
non fanno alcun effetto.
Guarda negli occhi le persone che ami
e ascolta i mille richiami,
richiami di pace ora che l' hai ottenuta
perché hai vissuto delle cose
che ti hanno cresciuta,
fa crescere anche gli altri
con la tua esperienza
e vedrai che qualcuno
non potrà più viverne senza…
scoprire se stessi
e poi la gioia di vivere
sapere che con qualcuno
tu potrai condividere
la tua storia, donando il tuo cuore,
ma tutto questo non avviene
se dentro non hai l' amore...