Ali spezzate....

07 agosto 2009 ore 17:03 segnala

Contro la violenza sulle donne..

Agosto.. 2009 - A Mia sorella Maria Teresa... A  tutte le donne vittime di violenza (fisica e/o psicologica), A tutte le donne costrette a subire umiliazioni e soprusi, prevaricazioni ed abusi a opera di uomini fatti bestie, A tutte le donne prigioniere in casa e/o vittime di una società maschio-centrica, dedico questi semplici ma tragici versi-denuncia, con l’auspicio che possano rappresentare -anche solo per una sola donna tra tante- lo giusto stimolo per ribellarsi, per gridare al mondo di esistere e di meritare una vita “normale”… nnn è facile ma dovete... è un'imperativo... aver la forza di ricominciare...

 

Ali spezzate …

 

Tu che scambi il suo amore

per possesso

e la donna al tuo fianco

per lo sfogo delle tue frustrazioni e debolezze:

chi sei tu, vile,

per spezzare le ali ad un angelo?

Chi sei tu, insignificante nella vita,

per soffocare la sua voce

-repressa ed impalpabile-

tra le tue mani                          

esangui ma inesauribili...

ingabbiandone ogni sua speranza

nel tugurio della tua coscienza?

Come puoi scaricare sulle sue esili spalle

il fardello d’umiliazioni e vergogne

della tua morbosità?

Come puoi seppellire l’emozione

nella fossa vuota del tuo cuore,

e dopo tutto..

avere ancora il coraggio di guardare?!

Farfalla dalle ali spezzate,

fuggi dai resti di questa vita,

sciogli ogni laccio ancora teso al cuore,

rompi il silenzio                        

e libera il tuo represso pianto

in urlo colmo di libertà!

Anche se un arcobaleno in bianco e nero

copre il cielo grigio di solitudine,

mira oltre il tuo sguardo denso di pudore,

fallo ora,

adesso,

per sempre!

Nessuna gioia potrà sanare

le ferite di un cuore irrimediabilmente spezzato,

come pane sconsacrato …

nessuna rinascita potrà ristabilire l’equilibrio

di un’anima appesa a un filo …

nessuno potrà ridonare la luce perduta

al tuo ormai secco viso,

scavato dal tempo e dalle lacrime …

Ma dove non puoi giungere domani,

in un batter d’ali,

potrai arrivare negli anni,

sui piedi e con la testa.

E se scegliendo la nuova strada,

seppellendo il tuo passato,

proverai paure, sentirai rimorsi,

lasciati andare,

che tu sia quel che veramente sei,

scopriti da ogni telo,

perché non esiste vita migliore

di quella che vogliamo

e non c’è motivo per non desiderarla!

Come da un seme scippato a un fusto

può nascere un fiore,

così da un presente sottratto a un destino vile

può nascere la speranza di un domani migliore!

E finché non riacquisterai il dono del sorriso

non saprai mai quanto bene possa farti

un semplice sorriso....


11033294
Contro la violenza sulle donne.. Agosto.. 2009 - A Mia sorella Maria Teresa... A  tutte le donne vittime di violenza (fisica e/o psicologica), A tutte le donne costrette a subire umiliazioni e soprusi, prevaricazioni ed abusi a opera di uomini fatti bestie, A tutte le donne prigioniere in...
Post
07/08/2009 17:03:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. magicoedolce 08 agosto 2009 ore 00:04
    Non nasconderti dietro  Una maschera ancora
    per essere al mondo
    chiamata con il mio nome.
    Lembi di pelle
    clandestina
    colpevole
    scudo e corazza
    marionetta senza fili
    disegnata dal tempo.
    Una maschera ancora
    quella vera... me stesso
    per finire il mio ballo
    nell'eclissi di luna
    in questo luogo sconosciuto
    di sepolcri imbiancati
    dai mille occhi
    dove l'impassibile vita
    mi  sfugge via...
    la cerco.. la coccolo...
    l'amo.....
  2. Camilla57 08 agosto 2009 ore 14:19

    chi porta i segni della violenza non li dimentica più... ma vorrei che a tutte quelle persone che devono affrontare quotidianamente questo fosse data una possibilità...il coraggio di parlare.. di denunciare...di uscire di casa e non voltarsi più indietro.....ma so che la paura è il demone più grande.....Buon fine settimana :-)

  3. serenella21 08 agosto 2009 ore 15:02

    bestieeeeeeeeee luridi:inkazz :tetajo :hell :inkazz

    buona giornata:bye

  4. Lusyta 08 agosto 2009 ore 18:59

    Io mi sento cosi ...PICCOLA difronte i tuoi  "GRANDI" scritti  non sono al' altezza  di scriverti un commento ...ma quello che cè nel mio cuore lo sai già.T.V.B.

  5. emmelu56 11 agosto 2009 ore 08:29

    certo a volte vengono pure tagliate ed è molto difficile spiccare il volo ......quasi impossibile ...... ma c'è sempre qualcuno che ti fa salire in groppa ...... mlù

  6. giulia711 11 agosto 2009 ore 19:34
    ogni tanto qualche voce si leva in difesa ..ma fino a che lo stato non riconoscerà il mobbing anche tra le pareti domestiche si vanifica la concessione stessa della parità
    le mogli non hanno diritti..questa è la cruda realtà..e anche le associazioni dovrebbe spingere maggiormente a livello legislativo a coprire questa lacuna...
  7. maghella.rm 29 agosto 2009 ore 17:06
    "....mah!...una volta ke ti hanno tolto quel sorriso, nessuno...
    ,dico, nessuno te lo potrà mai ridonare, ne l'amore ne dio, anzi in lui nn si crede più.

    Giulia il "mobbing" è una cosa, lo "stalking" ne è un'altra,
    informati ti prego, nn è un rimprovero.

    nn confondiamo le due cose e ricordiamoci ke tante donne, dalle pareti di casa ke le circondano, nn possono denunciare x poter tutelare la psike e il futuro dei propri figli.

    cosa fare allora???...come la natura ci ha insegnato: attendere e farsela da sole, bisogna solo avere tanta pazienza ke, nella stessa disperazione, ti da la forza di sopravvivere.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.