Ho paura di essere felice.

18 giugno 2011 ore 19:52 segnala
HO PAURA DI ESSERE FELICE...
Perchè ogni volta che sei felice c'è sempre qualcosa che non va,
c'è sempre almeno una piccola complicazione che ti fa crollare tutto,
c'è sempre qualcuno pronto a giudicare tutto quello che fai e a distruggere i tuoi sogni.
Ho paura di quello che accadrà,
perchè io odio non vedere ciò che ho davanti.
Ho paura di affezionarmi,
perchè troppe volte il mio cuore è stato illuso,
troppe volte è stato costretto a fare un passo indietro per fare posto all'altro,
troppe volte è stato costretto ad aspettare, aspettare e aspettare,
a farsi da parte,
a sopportare ogni male pur di non perdere l'altra persona.
Adesso basta,
non voglio che il mio cuore soffra,
perchè infondo lui ha solo bisogno di qualcuno che lo faccia stare bene!!!
8bdbf699-e970-47c3-bc8e-d82051712e7d
HO PAURA DI ESSERE FELICE... Perchè ogni volta che sei felice c'è sempre qualcosa che non va, c'è sempre almeno una piccola complicazione che ti fa crollare tutto, c'è sempre qualcuno pronto a giudicare tutto quello che fai e a distruggere i tuoi sogni. Ho paura di quello che accadrà, perchè io...
Post
18/06/2011 19:52:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. GattBigio 21 giugno 2011 ore 16:30
    Fernando Pessoa chiuse gli occhiali
    e si addormentò
    e quelli che scrivevano per lui
    lo lasciarono solo
    finalmente solo...

    Così la pioggia obliqua di Lisbona
    lo abbandonò
    e finalmente la finì di fingere fogli
    di fare male ai fogli...

    E la finì di mascherarsi dietro tanti nomi,
    dimenticando Ophelia
    per cercare un senso che non c'è
    e alla fine chiederle:
    "scusa se ho lasciato le tue mani,
    ma io dovevo solo scrivere, scrivere
    e scrivere di me..."

    E le lettere d'amore,
    le lettere d'amore
    fanno solo ridere.
    Le lettere d'amore
    non sarebbero d'amore
    se non facessero ridere.
    Anch'io scrivevo un tempo lettere d'amore
    anch'io facevo ridere;
    le lettere d'amore, quando c'è l'amore,
    per forza fanno ridere.

    E costruì
    un delirante universo senza amore,
    dove tutte le cose
    hanno stanchezza di esistere
    e spalancato dolore.

    Ma gli sfuggì che il senso delle stelle
    non è quello di un uomo,
    e si rivide nella pena di quel brillare inutile,
    di quel brillare lontano...

    E capì tardi che dentro
    quel negozio di tabaccheria
    c'era più vita di quanta ce ne fosse
    in tutta la sua poesia;
    e che invece di continuare a tormentarsi
    con un mondo assurdo
    basterebbe toccare il corpo di una donna,
    rispondere a uno sguardo...

    E scrivere d'amore,
    e scrivere d'amore,
    anche se si fa ridere;
    anche quando la guardi,
    anche mentre la perdi
    quello che conta è scrivere.
    E non aver paura
    non aver mai paura
    di essere ridicoli;
    solo chi non ha scritto mai
    lettere d'amore
    fa veramente ridere.

    Le lettere d'amore,
    le lettere d'amore,
    di un amore invisibile;
    le lettere d'amore
    che avevo cominciato
    magari senza accorgermi;
    le lettere d'amore
    che avevo immaginato,
    ma mi facevan ridere
    magari fossi in tempo
    se avessi ancora il tempo
    per potertele scrivere...

    RV
  2. OLDFRIEND 20 agosto 2011 ore 07:22
    Le cose non smpre sno cosi come sembrano..
    Un leone arrivò in mezzo ad un gruppo di gatti che erano nel bel mezzo di una conversazione. “Li divorerò” pensò. Proprio allora, un bizzarro sentimento di calma lo avvolse, e decise di sedersi con loro e di prestare attenzione a quello che stavano dicendo.

    -Buon Dio- disse uno dei gatti, senza notare la presenza del leone.-Abbiamo pregato tutto il pomeriggio! Abbiamo domandato che dai cieli piovessero topi sopra di noi!
    -E fino ad adesso niente è successo! –disse un altro.-Mi domando se il Signore realmente esista.

    I cieli restarono muti ed i gatti persero la loro fede.

    Il leone ruggì e tornò sui suoi passi, pensando “E’ davvero strano, avrei ucciso questi animali, ma Dio mi ha fermato. E nonostante ciò i gatti hanno smesso di credere nella grazia divina. Erano talmente preoccupati di cosa gli mancava, che non si sono resi conto della protezione che hanno ricevuto”.
  3. 45.Massimo 03 aprile 2012 ore 12:30
    :rosa :bye

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.