Ultima lezione di Randy Pausch

25 luglio 2009 ore 13:43 segnala

il 25 luglio 2008, esattamente un anno fa, moriva questa persona..

se avete dieci minuti in cui volete arricchire la vostra vita sentite qua..

queste sono solo alcune delle frasi di Randy Pausch tratte da wikipedia

L’esperienza è ciò che ottieni quando non sei riuscito a ottenere ciò che volevi".

  • "Ogni ostacolo, ogni muro di mattoni, è lì per un motivo preciso. Non è lì per escluderci da qualcosa, ma per offrirci la possibilità di dimostrare in che misura ci teniamo. I muri di mattoni sono lì per fermare le persone che non hanno abbastanza voglia di superarlo. Sono lì per fermare gli altri".
  • "Non si può arrivare in cima da soli. Qualcuno deve aiutarti. Io credo nel karma. Credo che si riceve ciò che si è dato".

"e' fuori moda l' anima"- S. Benni

24 luglio 2009 ore 15:32 segnala
ANIMA- Poesia di Stefano Benni recitata dallo stesso

dentro i girasoli-comptine d' un autre etè

23 luglio 2009 ore 15:50 segnala
..Dentro i girasoli c' è un vecchio a Livorno che guardava il mare, una foglia sola, sabbia, la venditrice d' ombrelli alla stazione di Viareggio messa lì a pensare,dentro i girasoli ci sono mille tramonti, mille intrecci d' alberi diversi verso il cielo, mille respiri e l' acqua dell' Arno, un inutile pomeriggio d' aprile mentre i ciliegi fiorivano davanti il cortile delle case popolari. Dentro i girasoli c' è la luce delle nuvole, la sassonia di Fano, una cicca di sigarette di Firenze e tutte quelle emozioni che mescolate insieme possono farci capire di essere ancora vivi..

luci della mattina

22 luglio 2009 ore 18:54 segnala
se osservi un giorno nascere ai suoni silenziosi e freschi dell' alba, quel giorno ti appartiene di più perché hai visto come si è costruito, come si è formato e composto da miriadi di fasci di irripetibili luci e te lo tieni un po' più stretto con più voglia di viverlo

signora aquilone-De Gregori (1972)

22 luglio 2009 ore 16:09 segnala

"C'era una donna l'unica che ho avuto
aveva i seni piccoli e il cuore muto
nè in cielo nè in terra una casa possedeva
sotto un albero verde dolcemente viveva
sotto un albero verde dolcemente viveva

Legato ai suoi fianchi con un filo d'argento
un vecchio aquilone la portava nel vento
e lei lo seguiva senza fare domande
perchè il vento era amico ed il cielo era grande
perchè il vento era amico ed il cielo era grande

Io le dissi ridendo -Ma Signora Aquilone
non le sembra un pò idiota questa sua occupazione?-
Lei mi prese la mano e mi disse -Chissà
forse in fondo a quel filo c'è la mia libertà,
forse in fondo a quel filo c'è la mia libertà-

E così me ne andai che ero un poco più saggio
con tre soldi di dubbio e due di coraggio
e incontrai un ubriacone travestito da santo
che ogni sera si ubriacava bevendo il proprio pianto
che ogni sera si ubriacava bevendo il proprio pianto

E mi feci vicino e gli chiesi perdono
ma volevo sapere se il suo pianto era buono
Lui mi disse -Fratello è antico* come Dio
ma è più dolce del vino perchè l'ho fatto io
ma è più dolce del vino perchè l'ho fatto io-

E prima che le stelle diventassero lacrime
e prima che le lacrime diventassero stelle
ho scritto canzoni per tutti i dolori
e forse questa qui non è delle migliori,
e forse questa qui non è delle migliori"

 

* "cattivo"- poi dopo censura diventerà "antico"

psicologia e i tre stati dell' io

21 luglio 2009 ore 17:44 segnala

Il transazionalismo sostiene che la parte di IO di ognuno è composta di uno stato di IO parentale, di un Io adulto e di un Io infantilte. Perciò una persona che si comporta in maniera impulsiva, giocosa, impaziente, sciocca o spaventata è con ogni probabilità nello stato infantile in quel momento. Se invece assiste alla secna analizzando la situazione in maniera fredda e traendone conclusioni razionali, questo probilmente si trova nello stato adulto. Lo stato dell' Io parentale invece riproduce i comportamenti del genitore così come vengono comunemente accettati, cioè colui che prende cura e che fornisce i mezzi di sostenamento...

Quello che la teoria del copione della vita dice, in parole povere, è che tutti noi decidiamo molto presto nella nostra vita che tipo di persona saremo e quali schemi seguremo probabilmente nella vita, e che poi seguiamo questo copione, generalmente senza rendercene conto, anche se ci porta ad una vita di inferno...

Supponiamo per esempio che Billy, quando era molto piccolo sia stato spesso sgridato dal padre perché non finiva quello che aveva nel piatto. "ci provi ma non ci riesci mai, quand'è che comincerai a fare le cose nel modo giusto al cento per cento? a volte credo non le farai mai", gli gridava il padre. A questo punto il bambino prende le parole del padre come vangelo e senza accorgersene comincia a considerare le critiche e le previsioni del padre come una mappa accurata di ciò che in futuro gli spetta..

A volte può accadere che un individuo si fermi ad un livello dell' io e non permette il comando degli altri.

Altre volte può accadere che uno corre di qua e di là a prendersi costantemente cura degli altri (-io parentale) ma nello stesso momento dentro di sé lotta per avere un po' di logica nella sua vita o piange perché non va mai a giocare.

-Quindi non si ha un solo io da conoscere dentro di sé, ma è un io diviso in tre stati, dove a seconda della situazione e interazione si trova a vivere al di sopra delle altre due parti di sé che rimangono però, nello stesso tempo, dentro a cercarsi e in alcuni casi a tornare a prevalere, in altri casi a non ritrovarsi mai.-

10997284
Il transazionalismo sostiene che la parte di IO di ognuno è composta di uno stato di IO parentale, di un Io adulto e di un Io infantilte. Perciò una persona che si comporta in maniera impulsiva, giocosa, impaziente, sciocca o spaventata è con ogni probabilità nello stato infantile in quel momento. ... (continua)
Post
21/07/2009 17:44:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3