28 maggio 1974

28 maggio 2013 ore 08:28 segnala


Avevo 6 anni.

Uno dei primi nitidi ricordi: mio padre (classe 1909 antifascista militante) che piange.

Prima ed unica volta in cui lo vidi versare lacrime.

Non capivo.

Cosa poteva essere successo?

Anni dopo trovai in un cassetto i quotidiani di quel giorno:

10.12 CARNEFICINA iIN PIAZZA LOGGIA

BOMBA IN PIAZZA LOGGIA: OTTO PERSONE UCCISE E CENTINAIA FERITE

Da allora, ogni 28 maggio, rivedo l'orrore sul viso della persona che aveva attraversato due guerre.

Rivedo l'incredulità.

Lo sgomento.

La rabbia.

L'impotenza.

Ma non la rassegnazione.

Non la sconfitta.

Due anni fa sulla targa che ricorda l'eccidio è comparsa questa scritta:



Perchè in questi 39 anni non sono bastati un'infinità di processi per arrivare ad un barlume di verità sui mandanti ed esecutori.
Perchè ogni 28 maggio quelle otto persone muiono nuovamente.
Perchè vogliono che tutto affondi nell'oblio.

Ma non succederà.
MAI.

a5955ca6-e484-404a-86d0-aa9815f0c3fd
« immagine » Avevo 6 anni. Uno dei primi nitidi ricordi: mio padre (classe 1909 antifascista militante) che piange. Prima ed unica volta in cui lo vidi versare lacrime. Non capivo. Cosa poteva essere successo? Anni dopo trovai in un cassetto i quotidiani di quel giorno: 10.12 CARNEFICINA iI...
Post
28/05/2013 08:28:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. dealma 28 maggio 2013 ore 13:30
    ogni anno, quante scadenze, quante ferite che si riaprono...
  2. malenaRM 01 giugno 2013 ore 21:06
    A volte detesto il mio paese, che non rende giustizia, non garantisce, non tutela.
    Poi mi dico che se smetto di sperare che migliori, abbiamo perso tutti.
    Non dimenticare MAI è un modo.
    Grazie, white.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.