Sono quella che sono

10 gennaio 2013 ore 10:31 segnala
Sono quella che sono
Sono fatta così
Se ho voglia di ridere
Rido come una matta
Amo colui che m'ama
Non è colpa mia
Se non e sempre quello
Per cui faccio follie
Sono quella che sono
Sono fatta così
Che volete ancora
Che volete da me
Son fatta per piacere
Non c'e niente da fare
Troppo alti i miei tacchi
Troppo arcuate le reni
Troppo sodi i miei seni
Troppo truccati gli occhi
E poi
Che ve ne importa a voi
Sono fatta così
Chi mi vuole son qui
Che cosa ve ne importa
Del mio proprio passato
Certo qualcuno ho amato
E qualcuno ha amato me
Come i giovani che s'amano
Sanno semplicemente amare
Amare amare...
Che vale interrogarmi
Sono qui per piacervi
E niente può cambiarmi.


- Jacques Prévert -

3af1ff4e-fac1-4623-87de-266e2ff6fb6b
Sono quella che sono Sono fatta così Se ho voglia di ridere Rido come una matta Amo colui che m'ama Non è colpa mia Se non e sempre quello Per cui faccio follie Sono quella che sono Sono fatta così Che volete ancora Che volete da me Son fatta per piacere Non c'e niente da fare Troppo alti i miei...
Post
10/01/2013 10:31:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. XTERESAlaLADRAX 13 luglio 2015 ore 20:33
    :rosa si a meglio!!!!!
  2. 88thecrow 25 luglio 2015 ore 19:43

    Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima:
    Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere,QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato.
    Sono la stessa vetta della MIA montagna.
    Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro.
    Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME. Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto... Quello che concedo a ME stesso,lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso...
    l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio....Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
    Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono.
    Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo.
    Sognai che non ero il SOLO unico e cosi' IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai cosi' che IO avevo scherzato con ME stesso. Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il Signore per l'eternità."


Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.