perchè abbandonare un essere umano?

17 aprile 2012 ore 16:56 segnala
Un sabato come tanti altri, passato con gli amici a ridere e scherzare, a prendere a calci il tempo.
Tra una cosa e l'altra mi accorgo di un musetto nero e sottile, seguito da due occhietti lucidi: una cagnolina tremolante con un aspetto un po' bizzarro.
Mi piego sulle gambe e allungo una mano per farmi annusare, lei rimane seduta e scodinzolando mi annusa piano quasi come non volesse disturbare. Riusciamo a superare le "paure" (io di un cane sconosciuto e lei di un essere umano di cui non si conoscono le intenzioni) e lei felice di questa nuova conoscenza si abbandona alle coccole nascondendo la sua testolina fra le mie gambe tenendomi stretta con la sua zampetta gracile. Mi guardo intorno e capisco che non c'è nessuno ad aspettarla.
Il pensiero corre dritto dritto a quel gran cucciolone bianco che, assonnato, aspetta paziente il mio rientro solo per potermi fare le feste.
So che non tutti sono in grado di capire e che, spesso, questo tipo di amore per "esseri viventi che non sono umani" viene definito assurdo e a volte anche malato. Questo però non mi ha mai spinto a cambiare le cose, non mi sono mai ....sentito autorizzato a prendermi meno cura del mio cane solo perché la gente non comprende. Chi non ama nella maniera più libera non può capire ciò che sto provando a spiegare.
Il mio, come tanti altri, non è solo un cane. Lui è quel motivo che ti fa sorridere per una cosa banale, è quello che ti aspetta a casa contento di vederti... sempre! Ti ama indipendentemente da come sei fatto, dagli errori commessi, dalla giornata pessima che ha lasciato un brutto segno sulla tua faccia o da ciò che hai fatto. Non gli importa se tradisci, menti... non importa se prima di uscire di casa ti sei dimenticato di portarlo fuori... Lui ti aspetta, nonostante tutto.
Lui è la ragione che ti spinge ad uscire fuori dal letto anche quando non ne hai voglia, è quello che ti obbliga ad alzarti dal divano quando senti il peso del mondo sul tuo cuore, è quella forza sorprendente che ti trascina fuori per una semplice passeggiata... e una volta fuori capisci che è proprio ciò di cui avevi bisogno. Ti costringe a godere delle piccole cose, di quelle cose semplici che ormai nessuno nota...
cf2b3c95-fb79-440c-9574-d2e01033f96e
Un sabato come tanti altri, passato con gli amici a ridere e scherzare, a prendere a calci il tempo. Tra una cosa e l'altra mi accorgo di un musetto nero e sottile, seguito da due occhietti lucidi: una cagnolina tremolante con un aspetto un po' bizzarro. Mi piego sulle gambe e allungo una mano per...
Post
17/04/2012 16:56:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.