DONNE E GIOIELLI

05 febbraio 2010 ore 18:04 segnala

Si dice che i gioielli , i diamanti siano i migliori amici delle donne..in un certo senso è vero, se mi guardo intorno o se mi capita a volte di uscire con le mie amiche, a parte notare la quantità di gioielli che indossano , noto spesso che una tappa obbligata del nostro giro è la gioielleria. Ed è proprio in questi negozi che io osservo me stessa , a parte la fede nn porto mai gioielli,do solo uno sguardo fugace, io qui mi ci annoio.Sono strana ?- mi chiedo....Una volta ero in giro con un'amica e lei notando la mia noia mi disse.Ma è mai possibile che queste cose nn ti piacciano?Sei strana, guarda come brillano, questi anelli,bracciali quando li indossi ti fanno sentire più bella!Io mi guardai allo specchio e pensai tra me :  Ste cose mi farebbero sentire più bella?  ( forse una visitina  a  Lourdes ci riuscirebbe)...scherzo comunque io le risposi  :   Io ho altri modi per sentirmi più bella! ...Seguimi e vedrai..Facemmo un pò di strada ed entrammo in quel negozio  che per me è una gioielleria , dove tutto luccica, dove tocco e invece di sentire freddo metallo sento una piacevole sensazione di calore, dove c'è un tripudio di splendidi colori , nero ,bianco,rosa , celeste.....Eh si , sarò  diversa dalle altre ma io i miei gioielli li scelgo qui, pizzi merletti , sete  , sono la mia passione.La mia amica mi guardo e disse : Però nn sono brutte queste cose, ma quando le indossi?....Servono solo a riempire cassetti, un gioiello invece quando lo indossi ti da quel tocco in più!-Che dire ..nulla è inutile continuare, è difficile farle capre che sbaglia....O forse sono io a sbagliare!....Poi però ripenso allo sguardo di mio marito quando indosso i miei gioielli e mentre la seta scivola via dal mio corpo così i dubbi svaniscono dalla mia mente......

" Cadere dalle scale " ....generazioni a confronto

01 febbraio 2010 ore 15:20 segnala

Sono passati circa 26 anni da allora ma ricordo benissimo, era il mese di dicembre una mattina  mi sveglio e sorpresa  i "famosi  ospiti" sono venuti a trovarmi. Ma io nn lo sò affatto, anzi vivendo in un mondo fatto ancora di bambole , di pelouches sono colta dallo spavento. Mi cambio vado a scuola ed anche li la sventura mi perseguita( così la chiamavo io)penso sia una punizione per aver fatto qualcosa di sbagliato .Torno a casa ed ecco la mia severa e pudica mamma che mi dice: Toh metti questi, nn è nulla di grave ma ne avrai per qualche giorno!Passano i giorni e la maledizione sembra stia per finire, ci ritroviamo come ogni domenica sera a casa della nonna, zii ,cugini tanti tanti siamo una di quelle famiglie numerosissime del sud...gioco e intanto noto sorrisini, uno strano confabulare, tutti mi guardano ed io ne sono un pò infastidita; all'improvviso sento un coro all'unisono : Auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!-Penso tra me : Ma per cosa? Non è il mio compleanno.E poi io sto male e questi mi fanno pure gli auguri e sorridono!..Mia nonna intuisce il mio disappunto e tutta sorniona mi fa: Gli auguri sono perchè " sei caduta dalle scale"! ( nel gergo barese vuol dire essere diventata donna aver avuto il ciclo insomma)   ed  io penso: Ah ora si che capisco!...Una cade e gli  fanno gli auguri..Ma com'è che io nn mi ricordo?Cavoli se fossi caduta me ne ricorderei!-Forse ho battuto la testa al punto tale che nn me ne ricordo!Ed ecco la zia si avvicina col suo fare da sò tutto io e mi dice: Ehi sveglia sciocchina , sei diventata signorina !ed io gli rispondo:Perchè prima ero un maschiaccio?-Ma no prima eri una bambina adesso sei una piccola donna!.....Se lo dice la zia penso tra me sarà vero, lo  accetto come un dato di fatto , ma in realtà nn ho capito nulla. Passano gli anni e la storia si ripete con altre cuginette, ed io come loro credo di aver capito molto più tardi il significato di quel famoso cadere dalle scale, c'era una specie di tabù intorno all'argomento, si sorrideva ma si sorvolava , nessuno per un assurdo senso di pudore osava spiegare a noi povere bambine una delle cose più semplici e belle : il diventare donna.Sono passati anni da allora ed ecco che mi ritrovo ad essere una mamma di fronte ad una bimba che è diventata donna.  Provo   anch'io un certo imbarazzo , ma sono pronta a spiegare , quand'ecco che mia figlia mi dice: Mamma sò già cosa mi è successo! Sono diventata signorina..le mie amiche lo sono già da parecchio!.Resto un pò perplessa,mi fermo e rifletto, poi mi dico che certo mi sarebbe piaciuto poter spiegare, poter fare quello che con me nn è stato mai fatto.Pazienza i tempi sono cambiati , ora pare siano le figlie a dire alle mamme : - Ehi sveglia non sono più una bambina....sono una donna come te!

11397043
Sono passati circa 26 anni da allora ma ricordo benissimo, era il mese di dicembre una mattina  mi sveglio e sorpresa  i "famosi  ospiti" sono venuti a trovarmi. Ma io nn lo sò affatto, anzi vivendo in un mondo fatto ancora di bambole , di pelouches sono...
Post
01/02/2010 15:20:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Una nuova vita..gioia ,disperazione ,speranza!

28 gennaio 2010 ore 15:29 segnala

Eh si, se chiudo gli occhi ancora adesso rivedo le mie urla, la mia gioia , mi rivedo correre per casa saltellando e tutto per due tacchette rosse; quel numero e colore che nn lascia dubbi, ti fa precipitare in uno stato di  felicità completa o di disperazione totale. Di cosa parla questa ? ....vi starete chiedendo di certo! Beh nn è poi così difficile capirlo, sto parlando del famoso test di gravidanza, quel test che anche se ormai sono passati più di 12 anni è rimasto impresso nella mia mente , perchè per me è stato fonte di felicità , mi ha dato ciò che più vale nella mia vita : mia figlia. E con ciò ?-  mi direte voi , nn sei nè la prima nemmeno l'ultima !.....ma io questo lo sò , solo che non posso fare a meno di pensarci ogni qualvolta sento le mie amiche precipitare nella disperazione più cupa, solo perchè il destino ha voluto concedere loro quello che tante magari sognano e sperarano di ottenere da tanto. Un test di gravidanza positivo per tante è rabbia, per altre è: Adesso cosa faccio?, per altre ancora: Oh no, nn ci voleva in questo momento!...e ancora : Ah se avessi fatto più attenzione!...insomma queste sono alcune delle frasi che sento spesso in giro, io ascolto e taccio non c'è nulla da dire...chiudo solo gli occhi e mentre nel mio cuore rivivo la gioia di quel momento ,nella mia mente si fa strada l'immagine  triste di una donna che darebbe tutto ciò che ha pur di svegliarsi una mattina e vedere quelle due famose tacchette rosse.....

 

11389897
Eh si, se chiudo gli occhi ancora adesso rivedo le mie urla, la mia gioia , mi rivedo correre per casa saltellando e tutto per due tacchette rosse; quel numero e colore che nn lascia dubbi, ti fa precipitare in uno stato di  felicità completa o di disperazione totale. Di cosa parla questa ?...
Post
28/01/2010 15:29:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment