Gli anziani? Una risorsa

08 agosto 2009 ore 22:15 segnala

Oggi è il gran giorno. Oggi con tutto il centro anziani del pigneto nonno Carlo sarà ricevuto dal sottosegretario alla sanità On.**omissis**….si, si proprio quello. Quello dello scandalo del sangue infetto, quello dello scandalo delle ferrovie, quello dello scandalo degli ospedali che crollano…insomma sempre lui, da quarant’anni. Nonno Carlo si è svegliato presto stamattina, si è fatto la barba, e davanti allo specchio la sue pelle è ancora più rugosa e flaccida, ora pesa 53 kg, tre mesi fa ne faceva 90... "maledetto tumore" bestemmiò tra se e se. Sulla sedia appoggiata allo schienale c’era il suo giubbotto, il giubbotto mille tasche grigio topo che insieme ad Ahmed aveva un “pochino” modificato. Se ne intendeva il buon Ahmed, rifugiato palestinese della prima intifada del 1987, aveva imparato bene, da bambino come tutti i suoi coetanei. Caspita se pesava oggi quel giubbotto, forse avevano esagerato con il tritolo, e quanto aveva penato con suo nipote per poterlo avere e cazzarola quanto costava, erano partiti più di due mesi di pensione per poterlo acquistare. Rise pensando al tira e molla con l’esplosivo tra le sue mani e quelle del nipote. Si erano salutati con le lacrime agli occhi, piangendo l’uno sulla spalla dell’altro. Non c’era stato verso di far tornare indietro nonno Carlo, voleva chiudere in bellezza la sua esistenza. “Lo faccio per te, per tutti i giovani e per il loro futuro, lo faccio per gli anziani che capiranno il mio gesto e mi seguiranno, e lo faccio soprattutto per dare un avvertimento a questa razza di politici vergognosi”. Appuntamento alle 10 davanti il centro anziani, una decina di persone la delegazione. Viaggio breve su uno scuolabus messo a disposizione dal comune, guardandosi in giro capì che nessuno pensava a quello che sarebbe successo. La visita durò non più di tre quarti d’ora, avevano ascoltato le solite cazzate che raccontano i politici navigati e poco prima di congedarsi nonno Carlo con la prostata come alibi si fece accompagnare in un bagno. Fece passare una decina di minuti, tanto che il suo accompagnatore si allontanò. Sbirciò attraverso la porta e solo dopo essersi accorto che non c’era nessuno uscì e cercò la stanza dell’onorevole. Aveva un pacchettino ben incartato e con un bel fiocchetto, lo mostrò ad un segretario dicendogli che la delegazione con cui era arrivato se n’era dimenticato di consegnarli e che ci teneva molto consegnarlo all’onorevole. Quel vecchietto innocuo fu fatto entrare nella stanza dell’onorevole e quando fu ad un metro da lui aveva in mano lo spago per l’innesco. Lo guardò dritto negli occhi, con tutto il disprezzo possibile e gli disse”- "Ci vediamo all’inferno, verrò a trovarla nei giorni freddi" …


Gli anziani un problema? Chissà se un giorno potrebbero diventare una risorsa?


Hasta luego



lo trovi pure su: http://www.movimentoparaculo.org/2009/08/il-nonno-kamikaze.html


 

 

11035890
Oggi è il gran giorno. Oggi con tutto il centro anziani del pigneto nonno Carlo sarà ricevuto dal sottosegretario alla sanità On.**omissis**….si, si proprio quello. Quello dello scandalo del sangue infetto, quello dello scandalo delle ferrovie, quello dello scandalo degli ospedali che crollano…ins...
Post
08/08/2009 22:15:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. liquirizya 10 agosto 2009 ore 13:01
    Poteva lasciargli il pacchetto e andare via, così un nonno così simpatico poteva continuare nella sua opera di derattizzazione!!! :hihi
  2. Syrela 11 agosto 2009 ore 22:33

    Nell'attesa che diventi anziano e risorsa...

    lunga vita a ZioJack45 :ok

    anzi

    lunghissima

    hasta la hasta

    ahahahahah

  3. topa65 12 agosto 2009 ore 09:27

    Nel senso che li usiamo tutti come Kamikaze?

    (Vado a parlare con mia madre....)

    Hasta Luego cinico zietto :ok

  4. topa65 16 agosto 2009 ore 21:24

    Aò !! Quì pure noi diventiamo anziani..

    Ziaooooooooooo !!

  5. calypte 25 agosto 2009 ore 10:15
    I vecchi sono sempre una risorsa!

    Sono il nostro oggi...!

    :staff

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.